Difficoltà Emotive e Relazionali
314
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-314,page-child,parent-pageid-555,bridge-core-1.0.4,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Difficoltà emotive e relazionali

Per i bambini in età scolare può non essere facile esprimere le proprie emozioni di preoccupazione o tristezza, soprattutto se non percepiscono di avere una relazione stabile e sicura cui appoggiarsi. In questi casi inevitabilmente le relazioni ne risentono e si strutturano spesso in modo superficiale a causa di una scarsa competenza emotiva e relazionale di questi bambini, con tendenza all’isolamento e al ritiro anche se vi sarebbe il forte desiderio di aprirsi alle amicizie con i pari.

Sono bambini che hanno tendenza ad isolarsi e chiudersi in se stessi, rimanendopassivi e sottomessi agli altri, con una tendenza ad ingigantire gli aspetti negativi della realtà e ad utilizzare modalità di pensiero distorte e rigide. Frequenti in questi casi i termini “sempre”, “mai”, “ce l’hanno tutti con me”, “nessuno mi vuole bene”, “a me va tutto storto e gli altri fanno sempre meglio di me”.

Questi pensieri assolutistici possono influenzare l’umore, diventando ricorrenti modi di vedere se stessi e gli altri e portando a volte a disturbi emozionali quali ad esempio ansia o depressione.

Quando un bambino ha difficoltà ad esprimere la propria emotività spesso può  manifestare il proprio disagio nel contesto familiare o in quello scolastico.

In tali casi è importante effettuare un’attenta valutazione per comprendere il quadro emotivo-affettivo del bambino, eventuali disturbi evolutivi e gli aspetti relazionali nel rapporto con le figure di riferimento.

Albero di Psiche offre:

Il successivo intervento psicologico prevede alcuni colloqui con il bambino per favorire la corretta comprensione delle proprie difficoltà e capire come farvi fronte, coinvolgendo anche i genitori che devono porsi in modo attivo nel percorso di intervento.

Nel caso se ne rilevi la necessità, può essere effettuato un incontro con gli insegnanti al fine di favorire l’adattamento del bambino al contesto scolastico.

Questo sito usa cookie necessari a garantirne il funzionamento ottimale e cookie utili per le ulteriori finalità illustrate nella pagina info. Per accettarne esplicitamente l'uso puoi chiudere questo banner, scorrere la pagina, cliccare su un link o proseguire la navigazione in altra maniera. Info Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi